Giuliano Grittini

Giuliano Grittini nasce a Milano, dove frequenta la scuola di Disegno Grafico.

Inizia la sua formazione “a bottega” con diversi artisti in quella vivace Milano degli anni ‘60, dove approfondisce l’arte della stampa, realizzando opere e libri d’artista di grandi protagonisti del secolo scorso: Baj, Fiume, Sassu, Guttuso, Scanavino, Tadini, Warhol, Vasarely, Rotella, che frequenta e immortala con la sua altra grande passione: la fotografia.

Warhol e Duchamp i suoi maestri di riferimento: il primo per le sperimentazioni digitali, il piacere del ritratto, il fermo fotografico, l’ossessività della ripetizione, i colori sgargianti della Pop Art; il secondo lo instraderà alla contaminazione, alla sperimentazione di svariate tecniche combinate fra loro con giocosa “profanazione”.

Nel 1972 si sposa con Marina Cerati, sua un’inseparabile compagna di viaggio e di lavoro, che lo rende padre di Linda, Lora e Giulia.

Nel 1975 costituisce a Corbetta: Incisione Arte. Atelier di richiamo per i grandi artisti contemporanei, crocevia di scambi culturali, prestigiosa stamperia e fucina artistica a conduzione familiare.

Conosce Alda Merini nel 1988. Una complicità permanente, testimoniata anche dal libro “Salmi della Gelosia”, che la poetessa dedica a Giuliano.

Incontra il critico d’arte Carlo Franza, con il quale nasce una proficua amicizia. Questi lo segue in numerose mostre collettive e personali a livello nazionale e internazionale.

Nel 2009 conosce Rinaldo Denti, Presidente di Artdata e proprietario della collezione Privata Castello Pozzi, Milano che diviene suo grande sostenitore, esponendo anche permanentemente la scultura Genio e Poesia n. 2.

Riceve diversi Premi per la Fotografia.

Le sue opere sono pubblicate da: Rizzoli, Bompiani, Frassinelli, “L’Espresso”, “Panorama”, “Corriere della Sera”, “La Stampa”, “l’Unità”.

Menu